12- IL MIO PRATO – BELLO MA SENZA FATICA !!

DODICESIMA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006. In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !

Eccomi di nuovo qui per raccontarvi del mio prato: bello, ma senza fatica!!

Questa volta ho provato a realizzare un video prima e dopo il taglio.

Spero possa piacervi … l’ho girato con uno smartphone da solo: mi scuso per le immagini e il montaggio amatoriale.

Il mio scopo è quello di farvi capire il risultato di una manutenzione fatta con  GRIN TAGLI, NON RACCOGLI, NON VAI IN DISCARICA.

Come potete notare il mio prato è abbastanza ben curato. Il taglio senza raccolta è quindi piuttosto difficoltoso perchè l’erba è molto fitta.

L’altezza dell’erba non è esagerata, mediamente attorno ai 15 cm.

Il taglio è stato effettuato nell’orario di pranzo, ma effettivamente l’erba era ancora abbastanza umida.

Si tratta di un taglio di Aprile con erba molto “grassa”.

Ho cercato di fare delle riprese dopo il taglio abbastanza ravvicinate per farvi vedere come in superficie non ci sia residuo visibile !!!

P:S: Vi ricordo che il mio prato è grande 400 metri quadri e servito da impianto di irrigazione. Viene tagliato con la macchina GRIN BM46 con alimentazione elettrica a batteria al litio. Con la stessa batteria al litio GRIN GL3609 alimento anche il decespugliatore GRIN TM400. Da quando taglio con queste macchine (sono alle terza stagione) ho sempre concluso il taglio del mio parto, decespugliatore compreso, con una sola carica della batteria. Qui potete vedere la frequenza dei tagli della stagione 2015: tabella manutenzioni parto – anno 2015

Su blog.mygrin.it trovate altri articoli sul taglio con GRIN e qualche consiglio pratico sull’utilizzo.

CIAOOOO

Alla prossima …

 

11- IL MIO PRATO – BELLO MA SENZA FATICA !!

UNDICESIMA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006. In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !

Ciao a Tutti !!!!

Come sta il vostro prato?? Il mio benissimo !! Sono al secondo taglio del 2016 e, dopo la pausa invernale, la stagione è ricominciata in pieno.

Prima di raccontarvi della nuova stagione vorrei riassumere quanto fatto lo scorso anno. Questo perchè, nelle fiere di settore che ho frequentato in questi mesi, ho notato come ci fosse molta confusione su quante volte il prato va tagliato con le macchine GRIN.

Come sempre voglio riportarvi la mia personale esperienza di utilizzatore fatta con una macchina GRIN a batteria BM46 e un decespugliatore GRIN a batteria TM400, che ovviamente hanno una potenza inferiore rispetto alla macchina con motore a scoppio con la quale si possono ottenere gli stessi risultati anche con una frequenza di taglio inferiore.

Cliccando questo Link troverete l’elenco dei tagli che ho fatto lo scorso anno: tabella manutenzioni parto – anno 2015

Voglia farvi notare che per la manutenzione del mio giardino di 400 mq, 120 metri di bordi e impianto di irrigazione, ho fatto:

  • 15 tagli da inizio Marzo a fine Ottobre (circa 2 al mese di media).
  • In maggio ogni 10 gg (3 tagli) negli altri mesi ogni 2 settimane o più.
  • Altezza dell’erba al momento del taglio da 8 a 20 cm.
  • Utilizzo di decespugliatore TM400 e tagliaerba BM46 con la stessa batteria GL3609
  • Sempre finito con una carica, con un consumo che va dal 43% al 74% della batteria.
  • Utilizzato anche per le foglie .
  • Tagliato erba asciutta e erba umida.
  • Ho regolato l’altezza di taglio, in posizione 1,2 o 3 (una volta), a seconda della stagione  e delle condizioni.

Ecco alcune foto del prato durante i vari periodi dell’anno, prima e dopo i tagli:

IMG_6631

IMG_6602

DSC_0016

DSC_0047

DSC_0049

DSC_0017

DSC_0294

DSC_0147

DSC_0136

Piantina Casa

Come vedete, pur utilizzando una macchina senza raccolta a batteria, grazie allo speciale brevetto GRIN ho potuto mantenere il mio prato in condizioni ottimali con una frequenza simile ad una macchina con raccolta a scoppio ( al massimo un paio di tagli in  più).

Nelle prossime puntate vedremo qualche altro spunto interessante per farvi ragionare sul miglior modo per mantenere il vostro prato BELLO, MA SENZA FATICA!!!

Buona Primavera a tutti !!!!

10 – IL MIO PRATO – BELLO MA SENZA FATICA !!

DECIMA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006. In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !

Autunno ?? se si parla di giardino è il tempo delle foglie secche da raccogliere !!!

DSC_0268

DSC_0278

In questo periodo dell’anno il lavoro più noioso nella manutenzione di un giardino è quello della raccolta delle foglie  … brutte sul prato devono essere raccolte e smaltite !!!

Ma da qualche anno tutto questo per me non è un problema:  io le trituro con GRIN !! Ci metto poco tempo, non faccio fatica, il prato è bello e non devo smaltire nulla !!!!

Molti usano i rastrelli, altri i soffiatori … molti altri le raccolgono con il tagliaerba con il cesto di raccolta … ma il problema rimane poi quello dello smaltimento, del tempo perso e della fatica fatta.

Il mio prato non era cresciuto molto negli ultimi 10 giorni, ma la pioggia e il vento di settimana scorsa aveva riempito il giardino di foglie di noce (del mio vicino / suocero) e delle foglie secche cadute dalla siepe di gelsomino.

DSC_0277

DSC_0269

Il mio consiglio è quello di non farle accumulare sul prato per troppo tempo. Dopo alcune settimane di deposito, sopratutto se bagnate, le foglie creano un strato difficile da spostare persino con il soffiatore … figuriamoci aspirarle con il tagliaerba.

Se invece si riesce a tagliare il prato ogni 10-15 giorni,  GRIN, in condizioni normali, è in grado di polverizzarle e renderle un ottimo concime per il prato.

Come sempre io utilizzo il modello GRIN a batteria, GRIN BM46, che anche in queste occasioni dimostra di poter fare un lavoro molto simile alle macchine a scoppio!!!

DSC_0272

Se rimane qualche piccolo frammento di foglia secca sul prato non preoccupatevi: l’umidità notturna e le piogge tipiche di questa stagione favoriranno l’assorbimento anche di questi nel terreno.

Consiglio: se l’accumulo e lo strato delle foglie fosse maggiore rispetto al mio, vi consiglio di fare 2-3 passate in quella zona del giardino tenendo la macchina in posizione di taglio abbastanza bassa per facilitare la triturazione.

In questo tipo di attività e con questo tipo di foglia, la macchina GRIN non sforza molto: quando ho finito di tagliare il prato di 400 metri quadri (e di triturare le foglie) il display della mia batteria  GRIN GL3609 segna ancora più del 50% della carica !!!

DSC_0287

DSC_0294

DSC_0283

Il risultato è molto soddisfacente e le foglie sono sparite senza fatica !!!!

Ciaooooo … alla prossima !!!!

 

9 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

NONA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!

Buon rientro dalle vacanze !!!!

Dopo un Luglio secco, caldissimo, e con crescita erba quasi “zero” abbiamo vissuto un Agosto sicuramente più fresco e soprattutto più “bagnato” !!!

A luglio ho tagliato il prato un paio di volte giusto per dargli una sistemata, ma niente di particolare. Ma al rientro delle ferie di Agosto mi sono trovato davanti ad un prato bello alto e veramente bruttino.

 

 

 

 

DSC_0131

DSC_0132

DSC_0135

 

Questa volta metterò a dura prova il mio GRIN a batteria !!! Sono proprio curioso di sapere se, anche in queste condizioni, riuscirò a tagliare il prato con una sola carica !! Sono curioso e “speranzoso” , anche perchè si sta avvicinando un bel temporale e vorrei fare in fretta !!!

Recupero dal garage la batteria GL3609, che ho caricato prima di partire per le ferie. Come consiglio sempre, la batteria va tenuta ad una temperatura che non sia nè troppo fredda nè troppo calda (tra i 5 e i 30 gradi circa). In questa maniera non rischia di scaricarsi o peggio ancora di rovinarsi. Infatti dopo tre settimane di inutilizzo  il display segna ancora il massimo della carica.

DSC_0137

Faccio come sempre prima i bordi con il decespugliatore. In alcune zone ci sono tante erbacce (principalmente pabbio), ma il decespugliatore GRIN TM400 con il suo filo in dotazione da 1,7 mm a sezione quadra funziona benissimo. Con la batteria nello zaino l’asta della macchina è particolarmente leggera e ben bilanciata visto che il motore è nella parte superiore e non sulla testina.

DSC_0141

DSC_0142

In circa 15 minuti ho finito: ho consumato il 16% della batteria.

 

DSC_0145

Tolgo la batteria dallo zaino e la inserisco sul tagliaerba.

Viste le condizioni del prato mi impongo di camminare abbastanza piano. Uno dei “rischi” di utilizzare un rasaerba a spinta è quello di correre troppo. L’ideale è tagliare con un passo di camminata lento per dare il tempo alla macchina di lavorare bene l’erba.

Sul display della batteria c’è una barra che indica lo sforzo che la macchina sta facendo in  quel momento ( in questo caso la batteria segnala uno sforzo abbastanza alto). Ma il risultato del taglio è comunque ottimo anche nei punti più difficili.

DSC_0147

DSC_0156

Controllo anche il consumo della batteria e noto che non dovrei avere problemi a fare tutto il prato (circa 400 metri quadri) con una sola carica anche in condizioni di erba abbastanza alta.

Infatti dopo 35 minuti, e prima dell’arrivo del temporale, ho finito e mi è rimasta il 31% della carica della batteria.

DSC_0151

DSC_0153

Non mi resta altro da fare che staccare la batteria e mettere il tagliaerba nell’armadio degli attrezzi prima che arrivi il temporale!!!

Ciao a tutti !!!

 

 

 

 

8 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

OTTAVA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!

Buona Giornata a tutti !!!

Torno a scrivervi per raccontarvi del mio ultimo taglio che ho effettuato ieri 24 Giugno 2015.

Ieri mattina mio figlio di 9 mesi ha deciso di svegliarsi poco prima delle 5.30 (con mia grande gioia) … per cui mi sono ritrovato “bello arzillo” a girare per casa per circa un’ora, fino a che è crollato nuovamente!!

Non volevo più tornare a dormire … guardo fuori e vedo il mio prato che non taglio da 15 giorni (con erba alta tra i 10 e i 15 cm).

DSC_0054 DSC_0053 DSC_0048 DSC_0047

Sono le 6.30 del mattino … alle 8.00 devo uscire di casa, mio figlio si è finalmente addormentato, mia moglie pure, i vicini dormono ancora … che faccio ?? Ma si … ho GRIN a BATTERIA e sono sicuro di poter tagliare i miei 400 metri quadri in una quarantina di minuti e senza fare troppo rumore!!

Scendo in garage a prendere la batteria e parto a fare i bordi con il decespugliatore GRIN TM400. L’erba non è altissima ma molto folta. L’ultima volta avevo fatto i bordi un pò velocemente e questa volta ci metto più “impegno” (ci impiego 10-12 minuti e utilizzo il 16% della batteria al litio GRIN)

Il motore elettrico è silenziosissimo … l’unico rumore è quello del filo che gira. Ma è un rumore poco fastidioso e molto basso.

DSC_0045

Una volta finito … stacco la batteria e la alloggio nell’apposito aggancio sul motore del tagliaerba GRIN BM46. Taglio per circa 30 minuti utilizzando la leva delle altezze in posizione 3 (visto le previsioni di caldo dei prossimi giorni). Anche in questo caso il rumore è poco inteso e non fastidioso, sopratutto rispetto a quello del motore a scoppio.

Consiglio: quando fa molto caldo tenete l’erba un pò più alta, in questa maniera eviterete che il sole bruci i fili d’erba alle radici. Con Grin quando le temperature sono tra i 25 e i 30 gradi utilizzo la leva di regolazione dell’altezza dell’erba in posizione 3.

Non sono nemmeno le 7.30 e ho già finito di tagliare … controllo in casa: nessuno si è svegliato o si è accorto di nulla !!!!

Mi siedo in giardino ammirando il bel lavoro fatto: il prato è perfetto !! Con nessun altro rasaerba avrei potuto tagliare il mio prato in così poco tempo e anche senza far rumore che disturbasse i vicini o svegliasse chi dormiva pacificamente in casa: grazie  GRIN BM46 !!

DSC_0062 DSC_0063 DSC_0064 DSC_0066 DSC_0067 DSC_0070

P.s. per il taglio con il rasaerba GRIN BM46 ho consumato il 37% della batteria, che sommato al 16% consumato per il decespugliatore, porta ad un consumo totale del 53% della batteria agli ioni di Litio GL3609.

DSC_0071 DSC_0073

7 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

SETTIMA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!

Buona Giornata a tutti !!!

E’ da inizio maggio che non riesco ad aggiornarvi sul mio giardino … purtroppo alcune attività mi hanno tenuto lontano dal mio computer !!

Dall’ultima volta ho tagliato il prato 2 volte (con un intervallo di 11 e 9 giorni tra i due tagli). Il primo taglio (fatto il 12 Maggio) è stato abbastanza difficile, mentre il secondo (fatto il 28 Maggio), complice un intervallo minore tra un taglio e l’altro e una temperatura più “fresca” che ha rallentato la crescita dell’erba, è stato invece un taglio con erba bassa.

In questa puntata vorrei però soffermarmi sull’utilizzo del decespugliatore GRIN TM400 a batteria. Infatti in queste settimane, oltre all’utilizzo solito nel mio prato, ho avuto modo di provare la macchina in diverse situazioni e di farla testare anche ad alcuni utilizzatori per sentire il loro parere.

Quando parli di un decespugliatore elettrico, per di più a batteria, lo scetticismo di tutti è abbastanza evidente: l’idea diffusa è quella che sia un “giocattolo” adatto solo ai micro giardini !!!

Tuttavia il mondo dei motori elettrici e delle batterie al litio si è molto evoluto negli ultimi tempi e sono usciti sul mercato molti prodotti, più o meno buoni o adatti al lavoro necessario in un giardino.

DSC_0035 DSC_0037 DSC_0044 DSC_0036

Guardando GRIN TM400 si ha l’idea di un prodotto molto simile alle macchine a scoppio, anche solo per l’aspetto estetico ( ma in realtà soprattutto nella sostanza!). Effettivamente l’idea della GRIN, che troviamo in tutti i prodotti elettrici dell’azienda, è quella di costruire una macchina elettrica con materiali ed accorgimenti tecnici identici ad una macchina a scoppio. Infatti, in questo decespugliatore, troviamo una bella asta con impugnatura e comandi ergonomici, il motore nella parte posteriore della macchina (la maggior parte dei decespugliatore elettrici ha il motore sulla testina: cosa che appesantisce molto l’attrezzo e rende il lavoro faticoso !), una testina professionale batti e vai con ricarica rapida del filo e alette protettive per evitare che questo venga tranciato, un comodo zaino ergonomico e regolabile dove si alloggia la batteria in tutta sicurezza, un cavo estensibile che collega lo zaino al decespugliatore per lavorare con comodità e agganciare con praticità la presa.

Ma veniamo all’utilizzo … la bellezza di avere la batteria rispetto ad un motore a scoppia si apprezza davvero e fino in fondo solo con l’utilizzo.

Partiamo dal fatto che non uso miscele e benzine … ma prendo la mia batteria dallo scaffale del garage e la metto nello zainetto premendo un pulsante. Un altro pulsante di avvio sul manico del decespugliatore e la macchina parte (senza corde, aria, cicchetti, starter e altre diavolerie dei decespugliatori a scoppio !!)

DSC_0034 DSC_0038

Una volta in funzione tre sensazioni bellissime: la bassa e poco fastidiosa emissione sonora, l’assenza di odori spiacevoli e la quasi nulla vibrazione dell’attrezzo.

Vi assicuro, e sono sensazioni riscontrate da tutti quelli che hanno provato GRIN TM400, che queste 3 cose sono impagabili. Nei giardini piccoli si apprezza di più il fatto che non si da fastidio a chi c’è in casa, in giardini più grandi anche la fatica nell’utilizzo diventa una discriminante fondamentale !!

Nel mio caso, giardino di 400 metri quadri, io uso il decespugliatore per un massimo di 15 minuti e consumo meno del 15% della batteria. In giardini più grandi abbiamo fatto rifiniture per 1 ora e mezza con una sola carica (uso moderato) o per 1 ora di uso intenso dove magari devo tagliare anche delle piccole rive o aiuole erbose.

DSC_0056 DSC_0058

Veniamo ad una altra domanda che sento spesso … quanto è potente un decespugliatore a batteria ???  Ce ne sono di tantissime tipologie che vanno dal “giocattolo” alla macchina con prestazioni “professionali”.

GRIN TM400 è una macchina con una ottima potenza: se volessimo azzardare un paragone con una macchina con motore a scoppio diremmo un 25 cm3 (naturalmente il paragone è azzardato perchè generalizzato … ma è giusto per farvi capire cosa ci potete fare). Oltre ai bordi, come nel mio caso, ci potete tagliare anche delle rive o delle aiuole anche con erba alta. Quando l’erba è molto fitta o molto spessa la macchina va fatta lavorare più lentamente . Ovviamente non è invece adatta ai rovi o comunque arbusti troppo spessi.

DSC_0054

GRIN lo fornisce con un filo a sezione quadra con un diametro da 1.7 mm. Secondo me questa misura è perfetta per il lavoro che devo fare a casa mia. La testina supporta fili anche di diametri superiori ma il mio consiglio è quello di non superare i 2 mm. Il sistema di caricamento del filo è molto semplice: si posizione la testina come indicano le frecce e si fa passare il filo da una parte all’altra, poi si gira la testina nel senso indicato e il filo si avvolge rapidamente e senza bisogno di dover smontare la testina. A fianco della testina 2 alette protettive evitano che il filo si tranci in prossimità del foro di uscita: se si tranciasse in quel punto saremmo costretti a smontare la testina per tirarlo fuori. Per allungare il filo basta premere sulla copertura inferiore della testina e girare la stessa nel senso opposto al caricamento: nel caso il filo fuoriuscito sia troppo lungo accendendo il motore un’apposita lametta montata sul parasassi riporta il filo a misura.

Consiglio: questo decespugliatore è perfetto come complemento del rasaerba BM46 (usa la stessa batteria e si dividono i costi): con una carica in condizioni normali si usa tagliaerba e decespugliatore in un giardino di 400-500 metri quadri. Oppure è perfetto in abbinamento ad una macchina a scoppio in giardini più grandi, con un utilizzo della macchina per 1 ora – 1 ora e mezza, se siete stufi del rumore, della puzza, della fatica e dell’inquinamento che avete con un decespugliatore a scoppio.

CIAOOOOO ….  A PRESTO !!!!!

 

6 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

SESTA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!

Ciao a tutti !!!

Venerdì 8 maggio ho tagliato il prato. Sono passati 10 gg dall’ultimo taglio … l’erba è di circa 12 cm (in alcuni punti da 15 cm … in altri 10 cm). In questo periodo, siamo a Maggio e si intervallano piogge a giorni abbastanza caldi con temperature minime sui 13 gradi e massime attorno ai 25 gradi, preferisco intensificare i tagli.

Oggi voglio parlarvi dell’altezza di taglio che, secondo me, va utilizzata in un prato !!

Da quando lavoro in questo settore mi sono accorto che in Italia abbiamo la “mania” di tagliare molto basso (anche quando l’erba è molto alta) !! Questo è il motivo per il quale quando guardiamo un giardino si vede sempre il manto erboso più giallo che verde!!

FullSizeRender 1FullSizeRender 3

La prima regola che io rispetto sempre è quella dell’ 1\3: se un filo d’erba è alto 15 cm non dovrei tagliarlo sotto i 5 cm. Nella foto vedete un filo d’erba che ho strappato dal mio prato. Esclusa la radice, il filo d’erba è lungo poco più di 15 cm: se notate i primi 5 cm sono quelli che io chiamo “gambo” :lo riconoscete perchè è la parte più “tonda” e anche meno verde (anche se dalla foto si capisce poco il colore); il resto è “foglia” : la parte più verde. Tagliando all’altezza del gambo otterrò l’effetto classico del prato “giallo” … tagliando al di sopra invece il prato sarà più verde e anche il filo d’erba “soffrirà” di meno !! Un filo d’erba del genere dovrei tagliarlo sopra i 5 cm per ottenere l’effetto di un bel prato verde !!!

Con GRIN posso posizionare la leva centralizzata di regolazione altezza di taglio in diverse posizioni e regolare contemporaneamente le 4 ruote.

FullSizeRender 4 FullSizeRender 2

La posizione più bassa,chiamata T = trasporto, non la utilizzo mai per tagliare (come consigliato sul libretto di istruzioni): si trova a circa 3 cm da terra … seguendo la “mia regola” vorrebbe dire tagliare l’erba quando è alta 8 cm.

Visto che la mia erba è alta tra i 10 e i 15 centimetri decido di utilizzare la posizione 2 che taglia ad un altezza di circa 4\5 cm !!

FullSizeRender 8 FullSizeRender 7 FullSizeRender 6 FullSizeRender 5

Un altro aspetto che andrebbe considerato per scegliere l’altezza a cui tagliare il manto erboso è il periodo dell’anno !!

In periodi secchi e caldi, come quelli estivi, è  consigliabile lasciare l’erba un pò più alta per diminuire l’effetto “bruciatura” del manto erboso ( per esempio se avessi effettuato lo stesso taglio ad Agosto probabilmente avrei utilizzato la posizione 3 della leva di regolazione dell’altezza GRIN).

Consiglio: anche con erba più rustica rispetto a quella che vedete nelle foto la regola dell’1\3 è pur sempre valida !! Se siete abituati a tagliare molto basso (magari per “nascondere” le troppe erbacce che ci sono nel vostro prato rustico) i primi tagli leggermente più alti vi sembreranno disordinati; ma, dopo aver tagliato 2-3 volte un pò più alti, vi renderete conto che l’effetto migliora fino ad ottenere un risultato più “verde” rispetto al prato tagliato bassissimo !!

Un’obiezione che mi pone qualcuno quando consiglio di tagliare più alto è che, tagliando basso, l’erba cresce meno in fretta. Questo è parzialmente vero … ma con un parente ho provato a tenere i conti e si tratta di intensificare i tagli di un paio all’anno tenendo l’erba 1 cm più alta (perchè alla fine si parla sempre di 1-2 cm di differenza). Certo, con una macchina con raccolta ( con tutta la fatica e la perdita di tempo che questa comporta) fare 2 tagli in più è una bella “rottura” … ma con una macchina GRIN con il sistema TAGLI, NON RACCOGLI, NON VAI IN DISCARICA non sarà un problema … e il vostro prato diventerà più bello !!!

P.S.: Anche per questa manutenzione ho utilizzato i macchinari a batteria GRIN. Ho rifinito i bordi con il decespugliatore GRIN TM400 ( Utilizzo della batteria 13%) e ho tagliato il prato con GRIN BM46 (utilizzo della batteria 60%). Anche questa volta la batteria agli Ioni di Litio GRIN GL3609 è bastata per mantenere i miei 400 mq con un consumo totale del 73% !! (Il consumo della batteria, soprattutto per quanto riguarda il tagliaerba, è aumentato rispetto ai tagli di inzio stagione: perchè in questo periodo il manto erboso si è infittito … ma rimane comunque largamente possibile finire la manutenzione con una carica).

FullSizeRender 9 IMG_9106

 

 

 

 

 

 

 

5 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

QUINTA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!

Eccomi di nuovo qui per parlarvi del mio prato e del taglio che ho fatto l’altro ieri, il 28 Aprile 2015.

Devo partire nel pomeriggio per una fiera a Bolzano e starò via qualche giorno … da 3 giorni piove (di cui l’ultimo in maniera veramente abbondante): al primo spicchio di sole decido di tagliare !!

L’erba non è altissima, circa 12-15 cm, ma il manto erboso è veramente bagnato! Il prato è abbastanza fitto e questo, con l’erba bagnata, complica veramente le cose.

DSC_0027 DSC_0023 DSC_0018 DSC_0017

Con una macchina con raccolta sarebbe impossibile, o comunque molto difficoltoso, tagliare erba così bagnata. La scocca delle macchine con cesto di raccolta ha una specie di “canale a chiocciola” che aiuta a convogliare l’erba nel cesto. Quando si taglia con erba bagnata questo “canale” e il foro, che dalla scocca trasferisce l’erba nel cesto, si riempiono d’erba umida che si attacca da tutte le parti. Quando questo succede, si è costretti a fermarsi per ribaltare la macchina e pulirla sotto con le mani, altrimenti non carica lo sfalcio e lascia l’erba a terra: un’operazione noiosa, faticosa, che rallenta notevolmente le operazioni di taglio e che compromette la qualità dello sfalcio.

Vediamo cosa succede con GRIN: come sapete io utilizzo la macchina elettrica, con batteria al litio, GRIN BM46 … quindi, in teoria, un macchina che dovrebbe soffrire maggiormente in queste condizioni difficili (una volta mi capitò di provare una macchina a batteria con il cesto con erba leggermente umida: la macchina si spegneva non riuscendo a caricare lo sfalcio nel sacco di raccolta … sarà la stessa cosa con GRIN BM46?)

Come sempre passo i bordi con il decespugliatore GRIN TM400 , che utilizza la stessa batteria del tagliaerba GRIN BM46. Una volta messa la batteria nello zaino, in  circa 10-12 minuti ho fatto le rifiniture utilizzando il 14 % della batteria (il consumo è salito di 3 punti percentuali rispetto allo stesso utilizzo con erba asciutta).

DSC_0034 DSC_0031

Ho particolarmente fretta … ma per fortuna non devo preoccuparmi di pieno di benzina, olio e accensioni. In un secondo ho tolto la batteria dalla zaino e l’ho inserita nel tagliaerba BM46.

DSC_0037 DSC_0040

Posiziono la leva di regolazione di altezza di taglio nella tacca 2: l’operazione con le macchine GRIN è molto comoda e veloce perché una leva centralizzata regola simultaneamente tutte e 4 le ruote !!

Consiglio: Quando avete situazioni di taglio particolari (ad esempio erba molto alta o, come in questo caso, molto bagnata) utilizzate il vostro tagliaerba con un’altezza leggermente superiore al solito. L’altezza di taglio cambia di pochi mm e la vostra macchina non rischierà di essere soffocata e prenderà meglio aria da sotto garantendo un lavoro migliore.

Tagliando mi accorgo che la macchina GRIN BM46 sforza un pò più del solito, ma il taglio è comunque ottimo. Con la batteria GRIN GL3609 ho anche un display che mi indica lo sforzo che sta facendo la macchina in quel momento e in effetti la barra indica un livello più alto rispetto al taglio con erba asciutta.

Vado avanti, pensando che la calotta possa intasarsi … ma questo non succede !!!

La calotta GRIN ha alcune caratteristiche che la differenziano dai normali tagliaerba e difficilmente l’erba si attacca alle pareti:

  • è tonda e completamente liscia (l’erba non ha spazi dove attaccarsi)
  • è molto ampia e contiene tanta erba
  • non ha un foro per il cesto di raccolta
  • la lama, studiata appositamente per questo taglio, crea un forte vortice che la tiene sempre pulita.

Ci ho messo un po’ di più a tagliare (ma si tratta di solo 5 minuti, 35 minuti al posto di 30 per circa 400 mq di prato): nei punti del giardino dove l’erba è più folta e bagnata camminavo più lentamente per dare il tempo alla macchina di lavorare l’erba.

Il taglio è perfetto !!

DSC_0055 DSC_0051 DSC_0052 DSC_0066

Il display della batteria, al termine del taglio, segna il 27% di carica: significa che, per il taglio con il rasaerba, ho consumato il 59% (14% li avevo utilizzati per il decespugliatore, per un consumo totale del 73% della batteria). Il consumo maggiore rispetto alle scorse volte è dovuto all’erba molto bagnata … ma anche questa volta, con condizioni difficili, una sola carica per portare a termine la manutenzione del mio prato!!

DSC_0054

Consiglio: il prato non andrebbe tagliato quando è così umido e bagnato: il manto erboso soffre e si rovina, l’erba si schiaccia rendendo l’effetto del taglio meno bello. Purtroppo a volte le condizioni climatiche abbinate agli impegni personali rendono il taglio con erba bagnata necessario. La fortuna di avere GRIN è che anche in queste condizioni è possibile farlo senza impazzire !!

Buon ponte del 1 maggio a tutti !!

Vi ricordo che in questo ponte, come in tutti i weekend primaverili, potrete conoscere la macchine GRIN in molte manifestazioni organizzate in collaborazione con i concessionari di zona. Rimanete aggiornati cliccando http://www.mygrin.it/news-eventi-dicono-di-noi e seguendo la  pagina Facebook di GRIN.

 

4 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

QUARTA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!

Oggi vorrei parlarvi di come riesco a gestire in pochissimo tempo la manutenzione del prato da quando taglio con GRIN e quindi con il sistema di taglio TAGLI, NON RACCOGLI, NON VAI IN DISCARICA!!

Come vi spiegavo negli articoli precedenti ho un prato di circa 400 metri quadri attorno ad una piccola villetta, che vedete nella piantina qui sotto !!

Piantina Casa

Oggi è’ il 15 Aprile e sono 2 settimane che non taglio il prato, l’erba non è molto alta ma è molto disordinata. Decido di tagliare in pausa pranzo (non voglio aspettare Sabato e Domenica perchè vorrei godermi un bel weekend in montagna) … ma non ho molto tempo: giusto un’oretta per sistemare tutto il giardino.

Con una macchina con cesto di raccolta  sarebbe impensabile. Prima di tutto sarei costretto a tagliare in prossimità dei giorni di apertura della discarica (e quindi a causa di motivi lavorativi solo al sabato), in secondo luogo ci metterei circa 2 ore e mezza (tra il decespugliatore, il taglio, le fermate per svuotare il cesto, riempire i sacchi pieni d’erba e il trasporto in discarica … ). Sarebbe per me Impossibile farlo alla sera dopo il lavoro o in pausa pranzo: mi sarei “fregato” il weekend!!!

Con GRIN è tutto più veloce (e molto meno noioso e faticoso).

Io, come sapete se seguite questo blog, utilizzo per il mio giardino la gamma GRIN a batteria: il tagliaerba GRIN BM46 e il decespugliatore GRIN TM400 alimentati dalla batteria al litio GRIN GL3609 (ma le tempistiche con le macchine con motore a scoppio sono le medesime ).

DSC_0030

Circa 10 minuti per passare il decespugliatore sui bordi !! Il modello a batteria si accende immediatamente, fa pochissimo rumore, non ha gas di scarico puzzolenti, non vibra … veramente pratico e poco faticoso !

Finiti i bordi … sposto la batteria sul tagliaerba BM46 nell’apposito alloggiamento e parto a tagliare.

Ovviamente, non essendoci cesto da svuotare, non mi fermo mai e non devo sollevare il pesante cesto pieno d’erba. Inoltre non ho l’ingombro del cesto dietro la macchina: il tagliaerba senza cesto risulta essere più leggero e maneggevole facilitandomi l’utilizzo nella parte più stretta del giardino, nelle manovre e nella parte in pendenza (questo mi fa risparmiare un sacco di tempo !!!).

In poco meno di 30 minuti ho tagliato tutto il prato e posso anche fare qualche foto del bel manto erboso !!!

DSC_0036 DSC_0049 DSC_0038 DSC_0041

Come sempre il sistema TAGLI, NON RACCOGLI, NON VAI IN DISCARICA brevettato da GRIN ha funzionato alla perfezione. La speciale lama ha polverizzato l’erba talmente finemente da poter finire a contatto con il terreno: in superficie non vedo nulla e l’erba polverizzata diventerà concime per il prato stesso !!

NOTA BENE: io utilizzo GRIN su un manto erboso ben curato, ma il sistema funziona benissimo anche su prati rustici … anzi il prato spontaneo e rustico (quello pieno di erbacce tanto per intenderci) è meno fitto (ha una densità d’erba per metro quadro minore) e quindi la macchina sforza ancora meno e polverizza ugualmente bene.

Ricapitolando: in 40 minuti, tra rasaerba e decespugliatore, ho finito tutto (contro le 2 ore e mezzo di una macchina con raccolta) … ho un prato perfetto .. non sono stato schiavo degli orari della discarica comunale … non ho fatto fatica nel trasporto dei sacchi pieni d’erba … non ho sporcato l’automobile con i sacchi da portare in discarica, ecc …  !!!

E infine ho anche salvato il mio weekend in montagna !!!!!!

P.S: tra decespugliatore e batteria in questo taglio ho consumato il 46% della batteria. Vedete qui sotto le foto del display dopo il taglio con il decespugliatore (segna 89%) e dopo il taglio con il rasaerba (segna il 54%).

DSC_0033 DSC_0051

Il mio consiglio di oggi?? Se volete godervi il vostro giardino e non perdere troppo tempo per la manutenzione … utilizzate GRIN !!!!

Ciao a tutti … Al prossimo taglio !!!

 

 

 

 

 

3 – IL MIO PRATO – Bello ma senza fatica !!

TERZA PUNTATA – Sono Daniele e collaboro con GRIN SRL dal 2006.In questa rubrica vi voglio raccontare la mia personale esperienza nella manutenzione del mio giardino. Consigli pratici e racconti durante tutta la stagione di taglio !!!

Benvenuta Primavera !!! Oggi è il 02 Aprile 2015 … dallo scorso weekend in Lombardia, come in tutta Italia, ci sono temperature primaverili. Grazie alle precipitazioni di quest’inverno l’erba, appena le temperature sono salite, è cresciuta velocemente.

Personalmente sono stato molto occupato con attività lavorative e non taglio da esattamente 3 settimane.

Il giardino è abbastanza brutto da vedere … anche se l’erba non è altissima (come vedete dalle foto qui sotto, la media dell’altezza è di circa 10-11 cm .. poi ci sono un pò di ciuffi di erbaccia alta anche più di 20 cm, ma sono molto sporadici). Il prato è asciutto perchè sono stati 2 giorni molto ventosi.

DSC_0018 DSC_0017 DSC_0016 DSC_0012 DSC_0008 DSC_0002Per prima cosa, come sempre, passo il decespugliatore.

Grin TM400 a batteria è veramente comodo da utilizzare: aggancio la batteria GL3609 nell’apposito zaino, metto lo zaino in spalla, attacco il pratico cavo allungabile al decespugliatore, schiaccio un tasto … e subito parte (tutta un’altra vita rispetto a un modello  a scoppio dove mi stancavo solo per accenderlo !!!).

DSC_0019 DSC_0021

Consiglio: se tagliate i bordi del vostro prato con un decespugliatore ogni volta che tagliate l’erba farete molto in fretta !! Se utilizzate il decespugliatore solo saltuariamente il lavoro sarà più lungo e lento !!

I miei bordi sono circa 120 metri: una parte contro dei muretti in cemento, una parte lungo il marciapiede attorno alla casa e alle aiuole con i sassi o il tufo, una parte attorno alla siepe di gelsomino e alle piante.

Ci impiego circa 10 minuti e consumo il 10% della batteria GRIN … ora sono pronto a utilizzare il tagliaerba GRIN BM46 !!!

DSC_0024 DSC_0026

Tolgo la batteria dello zaino e la infilo nell’apposito supporto sul tagliaerba. Anche qui mi basta un semplice bottone per far partire il motore !!!

Taglio il mio prato di 400 mq in circa 30 minuti. Naturalmente la comodità di utilizzare una macchina GRIN è quella di polverizzare l’erba che viene sfalciata. L’erba tagliata all’interno della calotta viene lavorata dalla lama e dallo speciale vortice che si crea, fino a ridurla in piccolissime particelle. Queste particelle, essendo di dimensioni piccolissime (meno di una briciola),  vanno a contatto con il terreno: in questo modo l’effetto dopo il taglio è quello di una macchina con raccolta … e in secondo luogo possono essere assorbite velocemente dal terreno come concime naturale.

Consiglio: molti mi chiedono se il prato tagliato in questo modo con il tempo si rovina. Io rispondo sempre facendo vedere le foto del mio prato … Il prato “soffoca” se il materiale non viene lavorato nella maniera adeguata e quindi, invece di rimanere a contatto con il terreno, rimane in superficie: se rimane in superficie non può essere assorbito! GRIN ha sviluppato una macchina che permette questa polverizzazione anche con una frequenza di taglio praticamente identica a una macchina con raccolta: pensate che in questo periodo dell’anno io non tagliavo da 3 settimane !! (ovviamente non tutti i periodi sono uguali …). Se invece utilizzate altri tipi di macchine senza raccolta non pensate per i prati “italiani” (che hanno una forte crescita) allora rischiate di rovinare il vostro prato.

DSC_0032 DSC_0038 DSC_0039 DSC_0037

Il display della batteria indica ancora il 54% della carica della batteria GL3609. Significa che per il taglio dei 400 metri quadri questa volta ho consumato il 35% della batteria che sommati all’11% del decespugliatore fanno il 46% ( un 3% di consumo in più rispetto al primo taglio dove l’erba era più bassa).

Il prato come potete vedere è ben tagliato !!!

DSC_0041 DSC_0045 DSC_0046  DSC_0048

Ho finito !! Stacco la batteria  e metto via macchina e decespugliatore nella mia rimessa. La batteria la metto invece in taverna per ricaricarla. Come vedete nella foto sotto, ho piegato il manico del tagliaerba GRIN BM46 con i pratici regolatori in alluminio (basta aprire la leva … si fa in un secondo!) e ho potuto fare il rimessaggio della macchina in piedi per risparmiare spazio !!

(ATTENZIONE: se scegliete un modello con motore a scoppio è possibile metterla in piedi con serbatoio pieno solo per la manutenzione e pulizia ordinaria, per il rimessaggio in posizione verticale i serbatoi di benzina e olio vanno svuotati!!)

DSC_0051

Consiglio: soprattutto se utilizzate un prodotto elettrico a batteria mettete sempre la macchina in un posto asciutto. Se l’elettronica del motore si bagna rischiate di buttarlo via !!!

 

Ora posso invitare gli amici per la grigliata di Pasquetta !!!

ALLA PROSSIMA … BUONA PASQUA A TUTTI !!!!!